ALLIEVO AGENTE POLIZIA PENITENZIARIA  

REQUISITI

I partecipanti al presente concorso devono essere in possesso dei seguenti requisiti:

REQUISITI GENERALI:

a. cittadinanza italiana;
b. godimento dei diritti civili e politici;
c. età: aver compiuto gli anni diciotto e non aver compiuto e quindi superato gli anni ventotto; il limite di eta’ per i volontari in ferma prefissata ( VFP1, VFP4) aumenta in base all’effettivo servizio svolto, per un massimo di tre anni.
d. per i volontari in ferma prefissata di un anno (VFP1) e quadriennale (VFP4), in servizio o in congedo alla data del 31 dicembre 2020, è richiesto il diploma di scuola secondaria di primo grado; per i volontari in ferma prefissata di un anno (VFP1) e quadriennale (VFP4), arruolati dal 1° gennaio 2021 e per i candidati al concorso per civili, è richiesto il diploma di scuola secondaria di secondo grado che consente l’iscrizione ai corsi per il conseguimento del diploma universitario, fatta salva la possibilità di conseguirlo entro la data di svolgimento della prova di esame.
e. idoneità fisica, psichica ed attitudinale al servizio di polizia penitenziaria, in conformità alle disposizioni contenute negli articoli posto nel bando di concorso.

REQUISITI FISICI:

  1. sana e robusta costituzione fisica;
  2. composizione corporea: percentuale di massa grassa nell’organismo non inferiore al sette per cento e non superiore al ventidue per cento per i candidati di sesso maschile, e non inferiore al dodici per cento e non superiore al trenta per cento per le candidate di sesso femminile;
  3. forza muscolare: non inferiore a quaranta kg per i candidati di sesso maschile, e non inferiore a venti kg per le candidate di sesso femminile;
  4. massa metabolicamente attiva: percentuale di massa magra teorica presente nell’organismo non inferiore al quaranta per cento per i candidati di sesso maschile e non inferiore al ventotto per cento per le candidate di sesso femminile;
  5. senso cromatico e luminoso normale, campo visivo normale, visione notturna sufficiente, visione binoculare e stereoscopica sufficiente. Visus naturale non inferiore a 12/10 complessivi quale somma del visus dei due occhi con non meno di 5/10 nell’occhio che vede meno ed un visus corretto a 10/10 per ciascun occhio per una correzione massima complessiva di una diottria quale somma dei singoli vizi di rifrazione;
  6. funzione uditiva con soglia audiometria media sulle frequenze 500 – 1000 – 2000 – 4000 Hz, all’esame audiometrico in cabina silente non inferiore a 30 decibel all’orecchio che sente di meno e a 15 decibel all’altro (perdita percentuale totale biauricolare entro il 20%);
  7. l’apparato dentario deve essere tale da assicurare la funzione masticatoria e, comunque devono essere presenti dodici denti frontali superiori ed inferiori; è ammessa la presenza di non più di sei elementi sostituiti con protesi fissa; almeno due coppie contrapposte per ogni emiarcata tra i venti denti posteriori; gli elementi delle coppie possono essere sostituiti da protesi efficienti; il totale dei denti mancanti o sostituiti da protesi non può essere superiore a sedici elementi.

I requisiti sono da ritenersi validi salvo modifiche riportate dal bando in atto

FASI CONCORSUALI AGENTE POLIZIA PENITENZIARIA

1. Prova preliminare
2. Prova di efficienza fisica
3. Accertamenti psico-fisici
4. Accertamento attitudinale

1. Prova preliminare
L’esame consiste in una prova scritta, vertente su una serie di domande a risposta sintetica o a scelta multipla, relative ad argomenti di cultura generale e a materie oggetto dei programmi della scuola dell’obbligo.
La prova si intende superata dai candidati che abbiano riportato la votazione di almeno sei decimi.

2. Accertamenti fisici

CORSA 1000 M.TEMPO MAX 3’,55”TEMPO MAX 4’55”         /
SALTO IN ALTO1,20 M.1,00 M.MASSIMOTRE TENTATIVI
PIEGAMENTI SULLE BRACCIAN. 15N. 10TEMPO MAX 2’SENZA INTERRUZIONI

3. Accertamenti psico-fisici
Ai fini dell’accertamento dei requisiti psico-fisici i candidati sono sottoposti ad esame clinico generale ed a prove strumentali e di laboratorio.

4. Accertamento attitudinale
Le prove attitudinali sono dirette ad accertare l’attitudine del candidato allo svolgimento dei compiti connessi con l’attività ed il ruolo che si è chiamati a ricoprire. La prova consiste nella somministrazione di una serie di test (della personalità), sia collettivi che individuali e in un colloquio.